Riscaldamento Pavimento

un impianto di riscaldamento che non richiede luso di termosifoni.

Le tubazioni, al cui interno circola acqua calda, sono annegate nel massetto del pavimento e lo riscaldano uniformemente.
Il pavimento, a sua volta, cede calore per irraggiamento all’ambiente attraverso tutta la sua superficie.

Il sistema si compone delle tubature (solitamente in polietilene), dei pannelli ai quali vengono fissate e di un collettore dal quale si dipartono e arrivano i tubi.

Questi formano, sotto il pavimento, circuiti con percorsi a serpentina studiati per ottimizzare la distribuzione del calore (ad esempio le volute delle serpentine sono più ravvicinate in prossimità delle finestre e di altri fonti di dispersione del calore).


Vantaggi...di benessere

  • Temperatura omogenea e costante.
    Rispetto al sistema tradizionale a radicamento la distribuzione del calore è uniforme su tutta la superficie del pavimento e avviene a secondo i gradienti termici più adatti al corpo umano.
    In tal modo la temperatura sarà omogenea in tutto il locale, evitando un inutile accumulo di calore in alto, con un maggior benessere per il nostro corpo ed un clima meno secco e più salubre.

  • Risparmio energetico.
    L’acqua circola nel sistema a bassa temperatura, generalmente compresa tra 30 e 40 °C, mentre in un tradizionale impianto a radiatori arriva fino a 60-90°C. la bassa temperatura dell’acqua circolante permette di massimizzare il rendimento derivante dall’impiego di caldaie a condensazione o di dispositivi integrativi come i pannelli solari.
    Oggi le eccessive temperature di funzionamento dei vecchi impianti a pavimento, installati neglio anni’70, sono ormai un lontano ricordo.

  • Termoregolazione ottimale.
    Disponendo di un circuito ogni ambientasi ha l’opportunita di termoregolarlo alkla temperatura desiderata, con maggior benessere e risparmio energetico. Ad esempio, la temperatura ottimale nei locali d’abitazione è di 20°C, nelle camere da letto è compresa tra i 15 e 18°C, mentre per il bagno si sale a 24°C.

  • Maggiore spazio e migliore estetica.
    La scomparsa dei radiatori lasia spazio libero per arredare in maniera più funzionale la propria casa.
    Scomparsa dei moti convettivi che sollevano polveri e causano reazioni allergiche. Il calore viene prevalentemente irraggiato, non sfrutta i moti convettivi dell’aria come invece fanno i tradizionali impianti a radiatori.
    La polvere resta sul pavimento e non entra in circolazione aerea. Si elimina anche il problema dell’annerimento dei muri in prossimità dei termosifoni.

  • Completezza.
    Il sistema può anche essere utilizzato per il raffreddamento dell’ambiente.
Partners e Certificazioni
CNA Associata
Uno Gas
Bureau Veritas
Consorzio MIA